Recherche par marque

Catégories

Un nuovo fantastico pipe-maker dal sud Italia


Non si è mai accontentato di fare billiard o bent tozze e enormi, come la maggior parte di alcuni hobbisti fanno. La sua mano s’è nutrita negli anni delle forme dei grandi, Bo Nordh, Former, S.Bang, Peter Heding, C.Maenz e le pipe di Max Rimensi. Sulle forme dritte e più classiche il punto di partenza è sempre anglosassone, ma poi da li si sente espandersi una profonda e sicura mano danese abituata a lavorare la radica, non per creare pezzi unici infumabili (come alcune cose viste in Russia), ma pipe filiformi e sinuose fatte per l’uso e per dare emozioni. Non è un caso, credetemi, che le sue pipe ricordinoo per alcuni versi i lavori dell’unico grande della pipa romana: Paolo Becker. Mimmo per quest’ultrimo nutre un profondissimo senso di ammirazione. Le radiche che lavora sono le sicule, calabresi e toscane; radiche solide prese solo da segantini solidi. Di tanto in tanto sperimenta legni alternativi come l’olivastro o l’olivo, ma si presta solo ad essere fumato con tabacchi mediterranei (trinciati nostrani o semois) e con il Toscano.

-CLASSIFICAZIONE-

Collection

C: Fiammatura oppure occhio di pernice eccezionale

B: Fiammatura media

A: Fiammatura standard

S: Sabbiata

R: Rusticata

 
AUCUN RESULTAT TROUVE